18° FESTIVAL INTERNAZIONALE CINEMA NATURALISTICO E AMBIENTALE FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA NATURALISTICO E AMBIENTALE: CARABINIERI CONTRO IL BRACCONAGGIO E LA TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE DI RIFKIN

Laboratori per bambini, oggi in Piazza i Carabinieri Forestali del nucleo cinofilo

La tutela degli animali protetti e il contrasto al bracconaggio, con laboratori e una tavola rotonda a cura dei Carabinieri del reparto biodiversità di Castel di Sangro e dell’Aquila. Le nuove infrastrutture intelligenti della Terza rivoluzione industriale e le prospettive di un’umanità libera dalle fonti di energia fossile, teorizzate dall’economista e sociologo Jeremy Rifkin.

Si arricchisce di eventi la seconda giornata ad Avezzano del 18esimo Festival Internazionale del Cinema Naturalistico e Ambientale, organizzato dall’Associazione Comunicazione e Immagine, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, promosso dall’assessorato all’Ambiente a guida di Crescenzo Presutti.

Nel pomeriggio di oggi, 9 agosto, in piazza Risorgimento, ci saranno laboratori di Educazione ambientale, a cura dei reparti Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro e dell’Aquila.

L’argomento sarà quello dell’orso, dell’avifauna. Il laboratorio sarà attivo dalle 18 alle 19.30 e dalle 21 alle 22. Insieme al laboratorio ci sarà il Nucleo Cinofilo Antiveleno del reparto Parco di Assergi che mette insieme l’esperienza del progetto “Life antidoto” e del progetto “Life Pluto”, progetti prima del corpo Forestale e poi dei Carabinieri forestali che è finalizzato al contrasto dell’uso di esche e bocconi avvelenati in tutto il territorio, per la tutela sia della fauna selvatica, come orso e lupo, che della fauna domestica, cani e gatti in particolare.

Il Nucleo Cinofilo farà delle attività dimostrative anche per far vedere i diversi tipi di cani utilizzati, come il Belga Malinois e il Labrador. Alle 18.30 si svolgerà una tavola rotonda, con la partecipazione del reparto Biodiversità dei Carabinieri, insieme al personale dell’Atc di Avezzano e del Roveto Carseolano, veterinari, personale Asl ed esponenti del mondo allevatoriale, zootecnico e agricolo.

Alle 21, presentazione della proiezione di  “The Third Industrial Revolution: A Radical New Sharing Economy”, di Vice, la media company per millennial numero uno al mondo.

L’opera racconta, sulla scia delle teorie di Rifkin,  le infrastrutture intelligenti della sharing economy, che coniugano comunicazione internet in 5G, nuova mobilità driverless, e una piattaforma per l’internet of things che collega le strutture residenziali, commerciali e industriali e cambierà il modo in cui pensiamo e muoviamo l’economia nel 21esimo secolo.

Saranno presenti: Angelo Consoli, direttore europeo direttore dell’ufficio europeo di Jeremy Rifkin;  Antonio Rancati, coordinatore nazionale Cetri-Tires, ingegnere Giovanni De Cristofaro, delegato regionale  del dipartimento Cetri Educational, il professor Edilio Valentini, docente di Economia dell’ambiente, Dipartimento di Economia, Università D’Annunzio Chieti-Pescara, l’assessore all’Ambiente Presutti.

Seguirà la proiezione del documentario “Effetto Riserva” è stato realizzato nel 2017 da Francesco Verrocchio e Mario Cipollone, per conto dell’associazione Guardie Ambientali d’Italia, sezione provinciale di Teramo. L’audiovisivo presenta in 15 minuti il ricostituirsi degli habitat marini e costieri dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano negli otto anni dalla sua istituzione. Impreziosito dalla colonna sonora dei Minehrva, da un sapiente montaggio e dalla voce narrante di Milo Vallone, esalta il patrimonio naturale e culturale del comprensorio del Cerrano in un crescendo di immagini di alta qualità che esortano a tutelare la natura, il paesaggio e l’identità storico-culturale dei luoghi. L’effetto riserva, infatti, non misura solo l’aumento di biodiversità e di naturalità degli ecosistemi dell’area marina protetta Torre del Cerrano, ma anche l’accresciuta consapevolezza delle comunità locali verso la tutela autentica di questo paradiso di cielo, terra e mare.

Seconda giornata per l’Atelier di prodotti tipici e autoproduzioni organizzato dalla Cooperativa di Comunicazione e educazione ambientale Ambecò. Si tratta di un’esposizione di prodotti agroalimentari e artigianali tipici e a filiera corta, una mostra fotografica a cura di Luca Eleuteri, laboratori di autoproduzione per grandi e piccoli, di prodotti cosmetici, come shampoo, i saponi e oleoliti, e di prodotti alimentari, come il formaggio, le caramelle e il formaggio.