anziani-ballo

2012, anno europeo per l’invecchiamento attivo e la solidarieta’ tra le generazioni

anziani-balloIl 2012 sarà il decimo anniversario della seconda Assemblea mondiale delle Nazioni Unite sull’invecchiamento. Al fine di rispondere alla sfida demografica che l’Europa dovrà affrontare nei prossimi anni, l’Anno europeo 2012 cercherà di:
·  contribuire a creare migliori opportunità e condizioni di lavoro per il crescente numero di lavoratori ultracinquantenni
·  aiutare gli anziani ad assumere un ruolo attivo nella società
·  favorire un invecchiamento sano
·  rafforzare la solidarietà e la cooperazione fra le generazioni

Cosa significa invecchiamento attivo?
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha adottato il termine “Invecchiamento Attivo” (Active Ageing) per esprimere un invecchiamento che ottimizza le possibilità di salute, partecipazione e sicurezza al fine di migliorare la qualità della vita di questa fascia della popolazione. Con questo termine si riconosce la possibilità delle persone di sfruttare il loro potenziale fisico, sociale e mentale lungo tutto il corso della vita, partecipando alla società secondo i loro bisogni, desideri e capacità.

Quali sono i nostri obiettivi?
La nostra società sta attraversando una fase di notevole invecchiamento demografico. E’ quindi chiamata a rispondere alle nuove esigenze non solo delle persone più anziane, ma anche delle persone appartenenti alle altre fasce d’età al fine di trovare soluzioni sostenibili ed eque per tutte le generazioni interessate dal cambiamento in atto.
Questo significa ripensare il modo in cui la nostra società funziona. Gli interventi a livello di politiche pubbliche (urbanistica, sviluppo rurale, trasporti pubblici, accesso alle cure sanitarie, protezione sociale, occupazione, partecipazione civica, tempo libero) dovranno riconoscere nella longevità un’opportunità in grado di proporre soluzioni innovative a molte delle attuali sfide economiche e sociali.
AGE Platform Europe è convinta che promuovere un invecchiamento attivo e sano, che dia la possibilità agli anziani di impegnarsi nella società e nel mondo del lavoro, ci aiuterà a far fronte alla sfida demografica in modo da garantire equità e sostenibilità a tutte le generazioni.

Perché è un anno importante per te?
L’anno europeo mira a:
·  sottolineare e riconoscere il contributo attivo delle persone anziane alla società;
·  individuare e diffondere lo scambio di esperienze e di buone pratiche, incoraggiando tutte le parti interessate a promuovere l’invecchiamento attivo;
·  sostenere ed incoraggiare una maggiore cooperazione e solidarietà tra le generazioni.
L’Unione Europea, gli Stati Membri, le autorità regionali e locali, le imprese, i sindacati, i rappresentanti della società civile, i ricercatori e tutte le altre parti interessate possono cogliere questa opportunità per promuovere l’invecchiamento attivo in settori quali l’occupazione, la tutela sociale e l’inclusione sociale, la salute pubblica, la società dell’informazione ed i trasporti. Tutti insieme possiamo contribuire a costruire una società accessibile ad individui di tutte le età e a trovare soluzioni innovative e sostenibili per tutte le generazioni.
Prossima giornata europea della solidarietà tra generazioni il 29 aprile 2012 risulta una buona occasione per sottolineare il legame tra promozione dell’invecchiamento attivo e solidarietà intergenerazionale.

Per maggiori informazioni:
http://www.age-platform.eu/en/age-policy-work/solidarity-between-generations/campaign
http://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=en&;catId=89&newsId=860

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *