Alfatti replica a Verrecchia: le sue polemiche sono pretestuose.

“Ancora una volta l’ex onorevole ed ex consigliere comunale Massimo Verrecchia perde un’ottima occasione per tacere. Una settimana sì e l’altra pure, Verrecchia imputa all’amministrazione  De Angelis, in carica da appena un anno, tutti i problemi che affliggono la città da decenni. Tra poco saremo accusati pure del buco dell’ozono e dell’effetto serra. L’ultima ‘verrecchiata’ attribuisce all’amministrazione la presunta perdita di 100 posti di lavoro, dei quali 56 a tempo determinato, della L Foundry. Nel ribadire piena fiducia nella capacità e nell’esperienza di Sergio Galbiati e del management L Foundry, dobbiamo notare che il lavoro a tempo determinato ha lo scopo di flessibilizzare la produzione adattandola ai mutevoli cicli economici e certamente L Foundry tornerà presto ad assumere non appena nuove commesse acquisite lo permetteranno. Invitiamo quindi Verrecchia ad abbandonare risentimenti e frustrazione che attanagliano la sua comunicazione distruttiva ormai  da mesi e a produrre, per una volta, una buona idea, uno stimolo costruttivo, una buona pratica che possa aiutare il Comune a mettere in campo, sempre nei limiti dell”azione amministrativa locale, politiche di sviluppo e di occupazione. L’Amministrazione ed il Sindaco, in un anno di lavoro, hanno fatto e stanno facendo molto, ed i primi risultati concreti si vedono.

In primis l’abbattimento delle tasse comunali previste  nel nostro primo bilancio d’esercizio per i primi tre anni, riservato alle attività produttive di nuova apertura nella città di Avezzano. La nuova Fontana di Piazza Risorgimento, la rinnovata Villa Torlonia, le nuove scuole sicure, la innovativa pista ciclabile, gli imminenti cantieri di Piazza del Mercato e dell’ex Onmi, ed ancora le risorse presto disponibili del Masterplan regionale, sono tutti interventi che danno e daranno una nuova dimensione di bellezza, sicurezza ed attrattività, per i cittadini dell’intera Marsica e per nuove attività commerciali”.