Aromaterapia: pratici consigli per beneficiarne

1)Per tosse e raffreddore ed influenza

L’aromaterapia è particolarmente efficace nella cura di tosse e raffreddore. L’impiego più semplice dell’aromaterapia in caso di tosse o raffreddore consiste in suffumigi con acqua bollente e olio essenziale di eucalipto, ma al contempo veicolando gli oli essenziali attraverso cere naturali oppure anche creme neutre si possono creare balsami da applicare sul petto sui polmoni oppure sotto la pianta dei piedi. Inoltre gli stessi oli dal potere balsamico e disinfettante sulle vie respiratorie si possono diffondere nell’aria a scopo benefico. In commercio ci sono anche prodotti erboristici spray per liberare il naso, calmare la tosse o alleviare il mal di gola formulati a base di oli essenziali.   Oltre a quelli già menzionati  molto utile per le patologie invernali risulta l’olio essenziale di timo pianta dai poteri balsamici ed antisettici ma non solo, risulta infatti anche uno dei più potenti antibiotici naturali. Ecco quindi che anche i sintomi dell’influenza possono essere alleviati grazie all’aromaterapia. Gli stati febbrili indicano infatti la presenza di un infezione e/o di un infiammazione sia a carico delle vie respiratorie che dei polmoni stessi ma anche a livello osseo o muscolare. Se le vie respiratorie sono congestionate, è possibile ricorrere a dell’olio essenziale di eucalipto o di timo da massaggiare sul petto in piccole quantità, per favorire l’eliminazione del catarro e dei germi che possono essere la causa del malessere.  Altri oli che possono essere un valido aiuto in questi casi sono: l’olio essenziale di pino siberiano che oltre a sfruttare le stesse proprietà decongestionanti sulle vie respiratorie di tutti gli altri oli balsamici offre anche un potere tonificante e rafforzante per l’organismo aiutando in caso di stanchezza e di affaticamento fisico e mentale.

L’olio essenziale di tea tree (malaleuca alternifolia) sul quale ci sarebbe molto da dire e quindi vi rimando ad un prossimo articolo.

2) Per le sindromi dovute allo stress

L’aromaterapia riduce lo stress.  Si tratta del beneficio per la salute più noto per quanto riguarda questa terapia naturale legata spesso all’idea di relax e calma quindi pur solo per questa ragione sottoporsi ad un trattamento di aromaterapia allevia i sintomi dello stress. Alcuni oli essenziali, come l’olio essenziale di basilico, sono noti per il loro effetto antistress e antidepressivo. Gli oli essenziali dal potere calmante per eccellenza sono estratti anche dai fiori di lavanda e di camomilla, ma anche dall’arancio dal limone e dal mandarino.

3) Per problematiche al comportamento

Gli oli essenziali impiegati in aromaterapia influenzano il nostro comportamento. Oli essenziali di arancio inducono serenità e calma, rassicurano lo spirito e mettono a proprio agio.

L’olio essenziale di legno di sandalo aiuta le relazioni interpersonali ed induce alla socializzazione giovando alle relazioni più intime.

L’olio essenziale di lavanda può portare a calmare la mente ed i nervi,  conducendoci a compiere le nostre azioni con maggiore tranquillità.

Altri oli essenziali possono invece donarci nuove energie e portarci ad agire più prontamente, come l’olio essenziale di timo o di limone. Ed altri ancora a stimola la memoria e l’attenzione come gli oli essenziali di rosmarino e di menta.

4) Sonno

L’aromaterapia è efficace contro l’insonnia e contribuisce a migliorare la qualità del sonno. Gli effetti più evidenti in proposito sono stati associati all’olio essenziale di lavanda e al semplice aroma di questo fiore. Un suggerimento utile in proposito consiste nel vaporizzare sul cuscino prima di andare a dormire dell’acqua aromatizzata con qualche goccia di olio essenziale di lavanda, oppure diffonderla nell’ambiente per qualche ora. Per i più piccoli è consigliato a questo scopo anche l’olio essenziale di mandarino.

Spero che questa prima stesura di consigli possano introdurre i più verso un modo di curarsi antico quanto efficace e che possa aiutare chi ama la natura e vuole sfruttare al massimo i tesori che ci offre.

5) Sindrome premestruale

La sindrome premestruale può cogliere le donne a pochi giorni di distanza dall’arrivo del ciclo. Causando problemi fisici e sbalzi d’umore. Dolore, tensione e gonfiore possono essere accompagnati da tristezza, irritabilità e leggera depressione. Un prezioso aiuto può giungere dall’aromaterapia. Gli oli essenziali possono essere diffusi nell’ambiente o utilizzati per fare dei massaggi. L’Istituto Di Medicina Naturale suggerisce di impiegare olio essenziale di rosa e salvia sclarea contro pianto e depressione. Olio essenziale di bergamotto e geranio contro irritabilità e tensione.

6) Memoria

L’aroma di rosmarino può migliorare la memoria. Gli esperti hanno verificato gli effetti positivi dell’olio essenziale di rosmarino sulla nostra capacità di ricordare e di completare le attività previste per determinati momenti del futuro. L’olio essenziale di rosmarino è stato giudicato utile per migliorare le funzioni cognitive negli adulti.

7) Lavoro

Spesso negli ambienti di lavoro si respira un eccessivo nervosismo e regna l’agitazione. Con il trascorrere del tempo ciò può portare alla nascita di situazioni di disagio che possono comprendere disturbi sia fisici che psicologici. Per allentare la tensione in ufficio, e per purificare l’aria dell’ambiente di lavoro, è possibile diffondere una miscela costituita da olio essenziale di lavanda e di pompelmo in parti uguali (4-6 gocce ciascuno).

Belinda Di Renzo