AVIS e ROTARACT: collaborare per sensibilizzare

Bisogna collaborare per permettere a tutti di poter avere il diritto ad un futuro, per poter aver diritto alla salute. Questo in sintesi estrema il messaggio che emerge dalla giornata di sensibilizzazione e raccolta organizzata, congiuntamente da Rotaract, gruppo associativo formato da ragazzi tra i 18 ed i 30 anni che, tra i vari scopi, si prefigge quello di effettuare “azione di pubblico interesse, attraverso la quale i Rotaractiani si mettono al servizio della comunità per migliorare il mondo che li circonda” e dall’ A.V.I.S. comunale di Avezzano, il cui scopo, è quello di promuovere una donazione consapevole, gratuita e disinteressata tra i cittadini. Grazie all’ azione congiunta dei due presidenti, rispettivamente Francesca Fortuna per il Rotaract e Simone Di Cicco per l’ Avis, si vuole, nella giornata del 3 di dicembre Avis Avezzanoaccogliere sangue tra chi è già donatore, effettuare screening preliminari per chi vorrebbe diventarlo e sensibilizzare tutte quelle persone che, nel corso del tempo, non hanno mai pensato a farlo. Un’ azione tra un gruppo puro di giovani, quello capitanato da Francesca Fortuna e da un altro che, nel corso dell’ ultimo anno sta registrando un processo di profondo svecchiamento come l’ Avis di cui Simone Di Cicco è il presidente più giovane di sempre. Questo a dimostrare che i giovani, nonostante le difficoltà contingenti e, nonostante gli stereotipi, hanno ancora voglia di fare volontariato attivo e di impegnarsi a favore di chi soffre o è più sfortunato di loro. E proprio a testimoniare l’ atmosfera di freschezza dell’ evento, sarà presente la madrina dell’ Avis di Avezzano, Giorgia Farina, fotografata da Antonio Oddi, che, anche in questa occasione, sarà presente all’ evento.

Un’ occasione, quindi, per dare un contributo di estrema generosità alla società.