terremoto

Avvisi di garanzia su alcuni appalti di edifici scolastici nei comuni del cratere

terremotoI provvedimenti, emessi dal G.I.P. Giuseppe Romano Gargarella, scaturiscono al termine dell’indagine “APPALTI” diretta del Procuratore Alfredo Rossini e dal Sostituto Antonietta Picardi. Ad altre sette persone (Giuliano GENITTI e Claudio QUARTAROLI, in servizio al Provveditorato Interregionale Lazio Abruzzo e Sardegna, sede distaccata dell’Aquila; geometra Filippo Di GIACOMO, in servizio alla Direzione Centrale di Roma del Provveditorato Lazio Abruzzo e Sardegna; Sergio STRASSIL, titolare della società R&L; Vittorio PROZZO e Giorgio VECCHIARELLI, collaboratori nella società R&L e Gianluca ASCARI, titolare della società AKRON, con sede nella provincia di Milano), sono stati notificati degli avvisi di garanzia. I provvedimenti sono stati emessi alla fine di una mirata attività investigativa, relativa ad aspetti procedurali non corretti, circa appalti ed affidamenti per indagini strutturali su edifici scolastici dei Comuni inseriti nel cratere sismico. Le opere rientrano nel primo piano d’intervento (sui tre previsti) eseguito, per il ripristino dei danni del sisma del 6 aprile 2009, con lo stanziamento, da parte del Governo, in base alla delibera CIPE numero 47/2009, per oltre 220 milioni di euro.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *