cupola

Calciopoli, le sim condannano la Cupola

[adrotate banner="3"]

cupolaEcco le tanto attese motivazioni della Corte per la condanna del processo Calciopoli. Il processo era cominciato a Napoli nel gennaio del 2009: dopo 2 anni e 10 mesi, lo scorso 8 novembre, arriva la sentenza di primo grado. 16 le condanne e i capi d’accusa erano frode sportiva e associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. Incontri fuori dalle sedi istituzionali con i designatori arbitrali, utilizzo delle schede telefoniche straniere e “contatti ammantati di clandestinità”. Tutto questo era il così detto Sistema della Cupola, che a capo vedeva Luciano Moggi, ex dg della Juventus. Questa struttura ha mesos in pratica in quegli anni il ‘tentativo’ di indirzzare i campionati di Serie A e anche una manipolazione del calciomercato, campo in cui Moggi era il re indiscusso. Big Luciano aveva un potere extra anche rispetto al suo club, come dimostrato in svariati atteggiamenti. Il ‘Caso Paparesta’ viene interpretato proprio in questa direzione: “Se i giudici sono convinti che Moggi non chiuse l’arbitro nello spogliatoio dopo l’ormai famigerato Reggina-Juve, il non inserimento del comportamento furioso (di Moggi, appunto) nel referto arbitrale va quanto meno interpretato come un effetto del timore reverenziale nei confronti della persona”.

 

CONDANNATI
Paolo Bergamo
designatore arbitrale
3 anni 8 mesi e interdizione dai pubblici
uffici per 5 anni
Paolo Bertini
arbitro
1 anno 5 mesi
Antonio Dattilo
arbitro
1 anno 5 mesi
Massimo De Santis
arbitro
1 anno 11 mesi
Andrea Della Valle
presidente Fiorentina
1 anno 3 mesi e 25mila euro di multa
Diego Della Valle
patron Fiorentina
1 anno 3 mesi e 25mila euro di multa
Pasquale Foti
presidente Reggina
1 anno 6 mesi e 30mila euro di multa
Claudio Lotito
presidente Lazio
1 anno 3 mesi e 25mila euro di multa
Innocenzo Mazzini
vicepresidente Figc
2 anni 2 mesi
Leonardo Meani
addetto agli arbitri Milan
1 anno e 20mila euro di multa
Sandro Mencucci
a.d. Fiorentina
1 anno 3 mesi e 25mila euro di multa
Luciano Moggi
d.g. Juventus
5 anni 4 mesi, interdizione dai pubblici
uffici in perpetuo
Pierluigi Pairetto
designatore arbitrale
1 anno 11 mesi
Claudio Puglisi
guardalinee
1 anno e 20mila euro di multa
Salvatore Racalbuto
arbitro
1 anno 8 mesi
Stefano Titomanlio
guardalinee
1 anno e 20mila euro di multa

ASSOLTI
Marcello Ambrosino
guardalinee
Enrico Ceniccola
guardalinee
Mariano Fabiani
d.s. Messina
Maria Grazia Fazi
segretaria Can
Silvio Gemignani
guardalinee
Gennaro Mazzei
designatore guardalinee
Pasquale Rodomonti
arbitro
Ignazio Scardina
giornalista

PROSCIOLTI
Franco Carraro
presidente Figc
Francesco Ghirelli
segretario Figc

CONDANNATI RITO ABBREVIATO
Antonio Giraudo
a.d. Juventus
3 anni
Tiziano Pieri
arbitro
2 anni e 4 mesi
Paolo Dondarini
arbitro
2 anni
Tullio Lanese
presidente Aia
2 anni

ASSOLTI RITO ABBREVIATO
Marco Gabriele
arbitro
Stefano Cassarà
arbitro
Duccio Baglioni
guardalinee
Domenico Messina
arbitro
Gianluca Rocchi
arbitro
Alessandro Griselli
guardalinee
Giuseppe Foschetti
guardalinee

[adrotate banner="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *