Concessioni demaniali marittime

“Balneari, ultima chiamata. Fuori dalla direttiva Bolkestein” è il titolo dell’assemblea unitaria, organizzata dalle associazione del settore turistico Assobalneari-Confindustria, Fiba-Confesercenti, Sib-Confcommercio e Fab-Cna, in programma domani, 2 dicembre, a Pescara, nella sala dei marmi della Provincia. All’ordine del giorno dell’incontro, che avviene a poche ore dall’approvazione, da parte dell’aula del Senato, del testo della “legge comunitaria” che di fatto avvia l’archiviazione della procedura d’infrazione aperta dall’Unione europea, la battaglia aperta ormai da anni, nei confronti degli organismi di Bruxelles, sul tema del rinnovo delle concessioni demaniali marittime.

Nell’audizione del 24 novembre scorso davanti al Senato – ricordano le associazioni promotrici dell’assemblea di domani – il commissario europeo per il Mercato interno e i Servizi, Michel Barnier ha ribadito la sua posizione, favorevole al rinnovo delle concessioni attraverso gare d’appalto. Una scelta – ribadiscono Assobalneari, Fiba, Sib e Fab – contestata dal mondo dei balneari italiani, che tuttavia devono ora lottare contro il tempo, per far valere le proprie ragioni, soprattutto nei confronti del governo italiano. L’orario d’inizio dell’incontro è fissato per le ore 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *