cioccolata-fondente

Cna, ecco il cioccolatino dei record

[adrotate banner="3"]

cioccolata-fondenteCioccolato, panna e ripieno di amarena. Una prelibatezza ‘colossale’ di ben 800 kg che promette di entrare nel Guinness dei primati. Il super dolciume, che sarà presentato sabato 21 gennaio al SIGEP 2012 di Rimini Fiera, verrà donato alle Monache Carmelitane Scalze di Arezzo che lo porzioneranno e lo venderanno. Il ricavato ottenuto contribuirà a realizzare un laboratorio di cioccolato per la riabilitazione e la formazione di persone con problematiche sociali.
Dopo il cono gelato più grande del mondo – un’altezza complessiva di 2,80 metri – realizzato al SIGEP 2011, Mirco Della Vecchia*, il cioccolatiere detentore del maggior numero di Guinness, sabato 21 gennaio si cimenterà al SIGEP 2012 di Rimini Fiera (il Salone Internazionale di gelateria, pasticceria e panificazione artigianali, la cui 33esima edizione si tiene da sabato 21 a mercoledì 25 gennaio) nella preparazione del cioccolatino più grande del mondo.
Il “dolcetto” raggiungerà un peso oscillante tra i 500 e gli 800 kg, tra cioccolato Icam, che verrà unito a panna (fornita dalla LatteBusche) per preparare la ganache, e il ripieno composto da 200 kg di amarena Fabbri, elaborata secondo la ricetta originale del 1910. Se messo in vendita il cioccolatino costerebbe più di 20mila euro. Avrà un dimensione di 1 metro x 1metro x 1metro con forma e sapore dei più tradizionali cioccolatini italiani.
La creazione sarà poi sarà donata alla Comunità delle Monache Carmelitane Scalze di Arezzo. Qui verrà sezionato e venduto in sacchettini da 100 gr, il cui ricavato contribuirà alla creazione di un laboratorio di cioccolato destinato alla riabilitazione e alla formazione di persone con problematiche sociali.
“Per preparare questo grande cioccolatino – spiega Della Vecchia – è stato necessario ideare uno stampo per pralina di un metro per un metro, ad opera dell’azienda Martellato, e per creare la cosiddetta “camicia” del cioccolatino abbiamo spennellato lo stampo con il cioccolato per ben 26 volte. La maggiore difficoltà sarà capovolgerlo. Ad aiutarmi nell’impresa ci sarà una squadra composta da almeno sei persone, tra i quali i cioccolatieri Andrea Andrighetti e Alex Limana, oltre ai ragazzi del Fine Chocolate Organization. Mi accingo ad affrontare il mio nono guinness con nuovi stimoli: portarlo a termine per onorare il suo risvolto benefico e lo sprone a raggiungere il record numero 10 il prossimo anno”.  Il primo Guinness di Della Vecchia fu la riproduzione delle Tre Cime di Lavaredo.
Il sito di Rimini Fiera dove si tenterà il nuovo record è al padiglione D1 dove si trova l’area CAKE DESIGN: protagonista la Decorazione dolciaria con le performance dal vivo dei più prestigiosi maestri pasticceri e cake designer, dal mitico Marco Morandin al “mago mondiale dello zucchero” Stéphane Klein che fra l’altro per tentare il record realizzerà un’amarena grande come un pallone da calcio, cento volte più grande di una naturale, che darà l’ultimo tocco all’enorme cioccolatino che tutti sperano possa entrare nel Guinness dei primati.
*Mirco Della Vecchia è vicepresidente di Cna Alimentare Nazionale e Presidente di Fine Chocolate Organization (associazione di cioccolatieri che mira in un’ottica di sviluppo sostenibile e solidale all’approvvigionamento da parte degli artigiani italiani di cacao direttamente dai Paesi produttori) ed è impegnato nello sviluppo di un centro di formazione per tecnologia del cacao e del cioccolato e nella fondazione del Consorzio Cioccolato delle Dolomiti. La sua storia professionale ha inizio nel 1999, quando apre la sua prima pasticceria artigianale. A distanza di cinque anni inizia a partecipare a diversi Concorsi internazionali dedicati al mondo del cioccolato, fino a laurearsi Campione Italiano di Cioccolateria nel 2007 e nel 2008, oltre che a conquistare tre medaglie di Bronzo alle Olimpiadi di Erfurth in Germania e, sempre nel contesto olimpico, il Trofeo miglior decoro al piatto. Avviene nel 2006 il suo passaggio definitivo dalla pasticceria alla produzione di cioccolato, alla quale abbina la torrefazione del caffè e del cacao. Oggi,  Della Vecchia produce per sé e conto terzi cioccolato e caffè di elevata qualità, con un’attenzione alle tendenze di mercato ma radicato nella tradizione della produzione.

[adrotate banner="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *