dimagrire

Dimagrire mangiando? Sì, si potrebbe

dimagrireE’ possibile non ingrassare pur mangiando di più e muovendosi di meno? E’ possibile evitare non solo l’obesità, ma anche le sue conseguenze – per esempio, alti livelli di colesterolo e trigliceridi – senza ricorrere a dieta ed esercizio? Un articolo pubblicato oggi sulla prestigiosa rivista Cell Metabolism dimostra che farmaci che consentano di realizzare questo obiettivo, per quanto ancora lontani, potrebbero essere un giorno realizzabili. Lo studio, “Brain 2-AG signaling controls energy metabolism”, è stato coordinato dal prof. Daniele Piomelli, a capo del Dipartimento D3 dell’Istituto Italiano di Tecnologia, ed è il frutto della collaborazione internazionale tra gruppi di ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia, dell’Università della California Irvine e della Yale University. Il nostro cervello produce dei neurotrasmettitori, chiamati endocannabinoidi, che agiscono colpendo gli stessi bersagli cellulari attivati dalla marijuana (in latino, Cannabis). Lo studio dimostra che una di tali sostanze, il 2-arachidonil-sn-glicerolo (2-AG), svolge un ruolo di primaria importanza nella regolazione del metabolismo periferico. I ricercatori hanno scoperto infatti che il 2-AG controlla i circuiti cerebrali che aiutano a conservare energia corporea favorendo l’accumulazione di ‘grasso bruno’ – un tipo di grasso che viene utilizzato per generare calore. I ricercatori hanno modificato le cellule nervose in topi da laboratorio in maniera tale da far loro produrre quantita’ elevate di una proteina che distrugge il 2-AG. A causa di questa manipolazione genetica, i livelli cerebrali di 2-AG nei topi mutanti sono circa la meta’ di quelli normali. Cio’ riduce fortemente la capacita’ del 2-AG ad esercitare i propri effetti di regolazione di vari circuiti cerebrali, producendo una serie di effetti di primaria importanza sul mantenimento del peso corporeo ed il consumo delle calorie ingerite. I topi mutanti mangiano piu’ dei topi normali e si muovono di meno di essi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *