nave giglio

Disastro Concordia, allarme ecologico

[adrotate banner="3"]

nave giglioCresce l’allarme ecologico dopo il disastro della nave da crocera Costa Concordia. C’è, ed è concreto, il timore che le 2400 tonnellatedi combustibile si riversino in mare, causando una dispersione inquinant davvero spaventosa. Due le principali opzioni al vaglio degli esperti per rimuovere la nave: sollevamento con palloni d’aria e poi traino con rimorchiatori; utilizzare grandi pali piantati per rimettere in verticale il ‘fantasma’ della Concordia, per poi imbragarla e sollevarla con con paranchi e cassoni galleggianti.

Intanto, è stato identificato un altro corpo, mentre restano 26 i dispersi. Le probabilità di ritrovarli in vita sono davvero pochissime.

[adrotate banner="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *