DOMANI PRESENTAZIONE DEL ROMANZO: “VIVIEN E L’ARCIERE” – STORIA DI UN SOGNO – DELLO SCRITTORE GIACOMO PROIETTI.

Il giorno 15 Settembre 2018, alle h. 18.30, tra le splendide mura del sempre incantevole Castello Orsini-Colonna di Avezzano (L’Aquila), si terrà la presentazione del nuovo romanzo dello scrittore Giacomo Proietti dal titolo “ VIVIEN E L’ARCIERE “ -Storia di un Sogno-. Relatori: il Prof. Carlo BOSNA, Docente di Istituzioni di Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi “G. MARCONI” di Roma e il Prof. Ilio LEONIO, Dirigente Scolastico negli Istituti Superiori. Modererà l’incontro il Prof. Sandro VALLETTA, Docente di Diritto delle Migrazioni presso l’Università degli Studi “G. MARCONI” di Roma.
Intervengono: il Maestro Valentina DI MARCO, al pianoforte il Tenore Lorenzo MARTELLI e il soprano Natalia TIBURZI.
Ingresso libero!!!!

Il romanzo racconta la storia che attraversa la vita di un protagonista che apparirà e scomparirà dentro lo svilupparsi dello stesso e, che, rincorre il susseguirsi dei sogni che avvolgono l’intera esistenza terrena degli esseri umani.

La prima parte del romanzo è ambientata dentro le mura di un castello medievale che diventa anch’esso protagonista insieme ad un muretto situato all’esterno di un enorme maniero che fa da sfondo all’alta vegetazione di un secolare bosco.

E poi le varie storie che si susseguono nei sogni e che l’autore, con abilità, minuziosamente, descrive.

Soventemente le storie si nascondono dentro i sogni. Si sogna, a volte, immersi nel sonno, e le storie appaiono sempre vere. In quel momento esiste solamente quella vita, quello che in quell’ora, in quell’attimo buio del sogno, appare dentro la nostra testa e nella nostra mente.

A volte si sogna ad occhi aperti e lì, sempre, la nostra mente, imbastisce delle storie che sembrano vere e belle, a volte tristi, e proprio in quel momento appare la felicità o la delusione che spesso si trasforma in melanconia o tristezza che poi sfocia nella solitudine più grande, dove prendono corpo i sogni più strani, i più brutti ed amari, intrisi di paure e di angosce, che bisogna, subito, mandare via e rinchiuderli dentro un recinto dove è bene incatenarli fino alla loro estinzione.

I sogni belli, invece, creano storie incantate, storie felici dove ognuno di noi vuole ritrovarsi e vuole raccogliersi e, quando, svegliandosi, e la realtà torna a circondare le nostre vite e si lasciano quei mondi, faremmo di tutto per tornare a sognare e rivederci dentro quelle storie che appartengono a nessuno, solamente, ad un mondo fantastico che naviga oltre la vita e, dove, forse un giorno realmente approderemo.

Vivien e l’Arciere ne sono l’esempio. Il loro grande e tormentato amore sconfina nel tempo. Attraversa l’immaginazione, le galassie, l’universo e gli altri mondi, e approda nella vita reale con la quale tutti noi, prima o poi, dobbiamo fare i conti.

E’ una bellissima storia di un sogno che si ripete nel tempo in forme diverse, con aspettative diverse piene di dolori, di rimpianti, di ricordi lontani, di amori vissuti e poi soffocati ma mai spenti.

Ora tocca a voi leggere queste storie che rivivranno solamente quando voi le leggerete perché in quel momento le riporterete in vita. In questo viaggio, in questo sogno, in queste diverse vite, predominanti sono i personaggi di Vivien, Gabriel l’arciere, Clair, Jonathan, Josaphat, Gabriele, Marta, Margarita, Don Angelo, Franco , poi, i veri protagonisti da conoscere, che storia dopo storia compongono la “ Storia di un Sogno “ il cui finale è riservato solamente all’ immaginazione di tutti quelli che leggeranno il romanzo.

Buona lettura naturalmente con Vivien e l’Arciere.
L’ autore
Dott. Giacomo Proietti