Fare impresa nell’era dei social, la sfida della Cna Abruzzo All’Aurum il Segretario generale Silvestrini per la discussione sul Piano strategico

Come lavora un’associazione d’impresa nell’epoca dei social media? Come costruisce le sue strategie? Come elabora i suoi programmi? E’ il tema dell’appuntamento – il nome scelto è “RiGenerazione” – che si è svolto venerdì 18 maggio, a Pescara, alla presenza del Segretario generale Sergio Silvestrini, nella sede dell’Aurum, la Cna Abruzzo ha messo a punto così il suo Piano strategico 2018-2021. E’ stata l’antica fabbrica di liquori, oggi trasformata in “fabbrica delle idee”, ad ospitare l’incontro originale nella sua regia, che ha visto il coinvolgimento di una platea vastissima di addetti ai lavori: oltre 150 persone, tra dirigenti, dipendenti e collaboratori della Cna, stimolati a dare tutti il proprio contributo attraverso otto diversi tavoli tematici, l’uso dei social media e una “sceneggiatura” dell’evento con filo conduttore comune. Ovvero, come integrare e connettere un sistema che eroga servizi alle imprese e che le vuole rappresentare sempre meglio, ma anche come confermare la leadership in Abruzzo tra le sigle della micro impresa o come concorrere a realizzare il primato a livello nazionale: primato che nella nostra regione è sottolineato dalle circa 10mila imprese associate, con 20 sedi e 120 collaboratori. «La nostra scommessa – dice il presidente CNA territoriale di Avezzano e capo delegazione dei partecipanti della Marsica Francesco D’Amore – è come contribuire al rilancio di un settore, l’artigianato e più in generale la micro impresa, in crisi da anni nella nostra regione, ma capace anche di proporre eccellenze straordinarie. Per questo, il futuro di un’associazione d’impresa come la nostra, che vuole confrontarsi con le sfide che ha di fronte, è quello di sapersi rinnovare continuamente. Un rinnovamento, non solo generazionale, che si gioca cercando di sostenere il mondo dei piccoli imprenditori con una gamma di servizi ad alto contenuto innovativo, in grado di permettere loro di competere meglio sui mercati internazionali, di introdurre nuove tecnologie digitali, di rinnovare il proprio prodotto, di collegarsi alle opportunità offerte da una regione che deve fare del turismo una delle sue punte di diamante». Ecco i temi degli otto tavoli in cui si sono articolate le discussioni e i nomi dei rappresentanti marsicani dell’associazione che ne hanno preso parte: politiche attive del lavoro e competitività Diego Coroni e Lorenzo Boccanera; servizi reali e innovativi – Vincenzo Vitale e Raffaele Vicaretti; servizi tradizionali e di adempimento – Concezio Di Giamberardino e Antonella Antonini; credito e finanza – Alessio Campana e Fabrizio Belisari; servizi per la rappresentanza – Maria Campomizzi e Barbara Mariani; servizi alle persone – Maria Paola Giorgi e Lorella Capodacqua; relazioni sindacali e bilateralità – Tiziano Genovesi e Laura De Vecchis e coordinato dal direttore della CNA di Avezzano Pasquale Cavasinni; marketing e comunicazione – Francesco D’Amore e Simona Di Berardino.