IL SINDACO DI AVEZZANO INCONTRA GLI AMBULANTI MA PER L’OPPOSIZIONE È TROPPO TARDI.

Il sindaco Gabriele De Angelis acconsente a incontrare una delegazione degli ambulanti, sfodera la relativa delibera e chiede che si faccia la prova della dislocazione del mercato, come già disposto dalla sua Giunta: la delegazione, in rappresentanza degli ambulanti, accetta di effettuare una prova che dovrebbe però durare una sola giornata, almeno negli accordi. ”Troppo tardi e troppo poco” per i Consiglieri di opposizione, che sollecitano un confronto urgente e realmente costruttivo. “Manca ogni traccia di condivisione”, hanno rimarcato Gianni Di Pangrazio, ex sindaco e consigliere di opposizione, il consigliere di opposizione Domenico Di Berardino, già presidente del Consiglio nella passata amministrazione, Mario Babbo, consigliere di opposizione e capogruppo. “De Angelis doveva convocare il Consiglio ben prima: i rappresentanti eletti di tutti i cittadini avrebbero potuto esprimere le loro posizioni e considerazioni ed egli, raccolte le istanze dei lavoratori e dei rappresentanti delle associazioni di categoria, avrebbe potuto fare la sintesi di tutte le posizioni espresse dalle varie componenti, con l’obiettivo di raggiungere una decisione quanto più possibile condivisa, funzionale e corretta, nei modi e nei termini. Tutto questo non c’è stato, e ci auguriamo che non si perda altro tempo e si proceda in questa direzione. Il primo cittadino esca dalla torre e presti ascolto all’esasperazione di tanti padri di famiglia, è un suo dovere”.

“Il compito principale degli amministratori è farsi garanti della concertazione tra le parti”, sottolineano i consiglieri: “è fondamentale garantire il confronto tra ogni componente. Questa è la via maestra per comprendere le ragioni di ogni elemento in campo. Il sindaco De Angelis ha dimostrato ancora una volta di non avere questa visione: le commissioni sono lo strumento principe per confrontarsi con serenità e in modo costruttivo, per arrivare a una definizione delle problematiche realmente ragionata, attraverso il democratico confronto tra i rappresentanti eletti che, come maggioranza e come minoranza, si fanno portatori delle aspettative e delle istanze della città. Invitiamo il Sindaco e tutti gli amministratori a canalizzare gli sforzi nel creare le condizioni per ottenere nuovi posti di lavoro, non nel creare problemi a chi un lavoro, e pure per tanti aspetti già molto sacrificato, ce l’ha già e lo sta difendendo con tenacia”. Presenti, con i consiglieri Di Pangrazio, Di Berardino e Babbo, al fianco degli ambulanti anche in questa nuova giornata di protesta, i consiglieri Gianfranco Gallese, Roberto Verdecchia, Cristian Carpineta e, tra gli altri, Annalisa Cipollone.