IL VICESINDACO CICIOTTI, ADOTTEREMO ANCHE A CELANO IL DASPO URBANO PER UNA CITTA’ PIU’ SICURA

Per contrastare la diffusione delle droghe nelle scuole l’Amministrazione comunale di Celano intende adottare il cosiddetto Daspo urbano, il piano di controllo e prevenzione che punta a rendere più sicure sia le scuole che le zone periferiche e più a rischio della Città, come ad esempio Borgo 8000, più volte salito agli onori delle cronache proprio per tale emergenza. Il Daspo urbano è una delle misure contenute nel decreto legge, approvato lo scorso anno, dell’ex ministro Minniti e voluto dagli amministratori comunali per rendere più sicure le città.

“La diffusione delle sostanze stupefacenti è un problema serio, impegnativo e di carattere sociale al quale l’Amministrazione Comunale dedica particolare attenzione. Sono state recepite, infatti, tutte le misure del decreto legge – afferma Ezio Ciciotti Vicesindaco di Celano – ed è stata avviata, dopo il vertice dell’altro giorno, una proficua collaborazione con la Prefettura e le forze dell’ordine. Nei prossimi giorni avvieremo una serie di confronti con associazioni e gruppi che operano nel campo del sociale e della solidarietà. Successivamente la proposta di istituire anche a Celano il Daspo urbano verrà discusso in Consiglio Comunale”.
Tale provvedimento riguarderà principalmente le zone dove sono ubicati gli edifici scolastici considerati luoghi sensibili e per questo più esposti e vulnerabili allo spaccio di droghe. Una sorta di deterrente per coloro che intendono agire nell’illegalità, svolgendo al contempo anche una capillare azione di prevenzione. Il Daspo urbano, infatti, colpisce anche chi viene trovato in stato di ubriachezza, compie atti contrari alla pubblica decenza, esercita il commercio abusivo, l’attività di parcheggiatore o guardiamacchine abusivo. La competenza all’adozione dei provvedimenti è del Sindaco ed i proventi delle sanzioni sono destinati a interventi di recupero del degrado urbano.