cannabis

La marijuana non fa male ai polmoni

cannabisE’ testato che fumare occasionalmente marijuana migliora la capacità respiratoria e non danneggia i polmoni, tanto quanto il fumo di sigarette. La tesi viene da uno studio americano, che ha riguardato  5 mila soggetti tra i 18 e i 30 anni seguiti dal 1985 al 2006.
Stefan Kertesz, ricercatore presso l’università dell’Alabama a Birmingham, ha dichiarato: “Da tempo è noto che il fumo di marijuana contiene molte sostanze chimiche irritanti presenti anche nel fumo di tabacco e può causare irritazione ai polmoni, respiro sibilante e tosse subito dopo l’uso, tuttavia, nella ricerca sugli effetti a lungo termine sulla funzione polmonare vi sono incongruenze”. Dopo un consumo occasionale, calcolato come  uno spinello ogni due giorni, di marijuana per 20 anni, questo aumenta il flusso espiratorio, cioè la massima forza con cui si tira fuori l’aria dopo una profonda inspirazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *