Avezzano calcio

L’Avezzano calcio non ha pace: Paris lascia

[adrotate banner="3"]

Avezzano calcioLa Marsica ormai non trova pace sotto l’aspetto legato al calcio da troppo tempo. Dopo i vari Tuzi e Angeloni, questa volta è arrivato il turno dell’avvocato Paris. È notizia di qualche giorno il suo abbandono da co-presidente dell’Avezzano calcio: troppe, a quanto pare, le divergenze con l’altro presidente Cotturone. Ma, da ciò che si apprende dall’ambiente avezzanese, il suddetto Paris era l’unico, con qualche altro socio, a tirare fuori i soldi, condizione necessaria affinché la società andasse avanti. L’altra metà, vale a dire Cotturone, non potrebbe far fronte da solo alle esigenze di un campionato di Promozione e quindi non potrebbe perseguire quegli obiettivi prefissati a inizio campionato. È per questo che, come si prevedeva qualche mese fa, sono stati chiamati a rapporto tutti quegli imprenditori, capitanati da Berto Savina, per portare liquidi e progetti per la rinascita dell’Avezzano calcio. Ma l’avvocato Gianni Paris, nel frattempo, non sta con le mani in mano. Infatti sarebbe andato a bussare alla porta del Luco Canistro per portare il suo appoggio, economico e non, necessario per la permanenza in serie D da parte della società della Valle Roveto. Tutto questo giro servirebbe poi a riportare al Dei Marsi già dall’anno prossimo il titolo del Luco Canistro con conseguente cambio di denominazione che sarebbe immediato e vedrebbe ipoteticamente la nuova squadra a chiamarsi Luco Avezzano. Qui però sconfiniamo troppo nel campo delle ipotesi, anche se non sono del tutto irrealistiche.   

[adrotate banner="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *