taxisti-rivolta

Liberalizzazioni, categorie in rivolta

taxisti-rivoltaTutti contro le liberalizzazioni del Governo. Tassisti, benzinai, avvocati, farmacisti. E intanto un sondaggio della Swg pubblica che il 57% dei cittadini è favorevole al decreto. Numeri, che però no nsono sufficienti a spiegare i fatti.

I tassisti, ieri, si sono scagliati contro i propri delegati, urlando “Venduti! Venduti!” quando hanno chiesto loro di riprendere il servizio. I gestori degli impianti di carburanti, invece, hanno proclamato lo stato di agitazione e uno sciopero di 10 giorni. E intanto, in Sicilia, continua la protesta ‘Dei forconi’, attuata dai contadini ormai fermi a oltranza: i manifestanti chiedono il rimborso delle accise sul carburante, abbattimento pedaggi e delle spese di traghettamento, garanzie sulle produzioni locali avverso quelle provenienti dai paesi extra Ue. Le forze dell’ordine vigilano, anche perché è forte la sensazione che ci siano intromissioni e strumentalizzazioni del crimine organizzato alle spalle dei movimenti.

Oggi il varo del piano-Monti, con il primo ministro che presenterà il testo a Giorgio Napolitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *