Fratelli-Taviani-Berlino

L’Orso d’Oro va ai fratelli Taviani

Fratelli-Taviani-BerlinoL’Orso d’oro della 62° edizione del Festival di Berlino va a ‘Cesare deve morire’ di Paolo e Vittorio Taviani. Il film è un docufilm sulla messinscena, fatta dai carcerati di Rebibbia, del Giulio Cesare di Shakespeare. I fratelli Taviani si sono detti entusiasti e hanno ringraziato i carcerati di Rebibbia: “Noi sotto le luci, loro al buio in cella. Vogliamo fare alcuni dei loro nomi. E quindi dico grazie a Cosimo, Salvatore, Giovanni, Antonio, Francesco e Fabione”. Poi continuano: “Spero che qualcuno tornando a casa dopo aver visto il film pensi che anche un detenuto, su cui sovrasta una terribile pena, è e resta e un uomo. E questo grazie alle parole sublimi di Shakespeare”.

Questi gli altri premi della manifestazione cinematografica:

Orso d’argento Gran premio giuria – Just The Wind di Bence Fliegauf
Orso d’argento per migliore regia – Christian Petzold per Barbara
Orso d’argento per miglior attrice – Rachel Mwanza in Rebelle (War Witch) di Kim Nguyen
Orso d’argento per miglior attore – Mikkel Boe Folsgaardaus in A Royal Affair di Nikolaj Arcel
Orso d’argento per il contributo artistico – Lutz Reitemeier per la fotografia di White Deer Plain di Wang Quan’an
Orso d’argento per la miglior sceneggiatura – Nikolaj Arcel, Rasmus Heisterberg per A Royal Affair di Nikolaj Arcel.
Premio Alfred Bauer per un lavoro di particolare innovazione a Tabu di Miguel Gomes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *