MALANNI STAGIONALI: COME GLI OLI ESSENZIALI POSSONO AIUTARCI A CURARLI

Rinite, sinusite e raffreddore sono ormai all’ordine del giorno nella stagione invernale e non.
Una delle patologie più comuni a livello mondiale, il raffreddore è una malattia altamente contagiosa, di origine virale, che provoca l’infiammazione della mucosa nasale e faringea. La rinite, causata da un’infiammazione cronica o acuta della mucosa del naso dovuta a virus, batteri o irritazioni, consiste invece nell’irritazione di alcune aree interne del naso. Il primo sintomo di una rinite, analogamente al raffreddore, è la rinorrea, ossia il naso che cola, e l’infiammazione provoca una massiccia produzione di muco causando congestione nasale e catarro. In caso di sinusite si manifestano anche la fuoriuscita di muco o pus dal naso, febbre e cefalea, che si risolvono generalmente nell’arco di qualche giorno.
In caso di rinite, raffreddore o sinusite, si consiglia di sciogliere 4-5 gocce di tea tree oil in acqua bollente per effettuare suffumigi o applicare un paio di gocce di olio essenziale direttamente sotto le narici, più volte durante la giornata.

Come coadiuvanti nella cura delle malattie causate dal freddo possiamo utilizzare anche gli oli essenziali di eucalipto, timo e pino siberiano. Diffuso negli ambienti in aromaterapia oppure nella balneoterapia, restando immersi in un vasca con acqua a temperatura non troppo elevata nella quale avremmo disciolto del miele oppure dei Sali con alcune gocce degli oli indicati. Infatti l’ olio essenziale di eucalipto ha proprietà antisettiche e disinfettanti dell’aria e delle vie respiratorie soggette ad infezione dai batteri che si formano nel muco che viene prodotto dall’organismo in difesa delle stesse e che ristagnando si infetta appunto. In mancanza di vasca da bagno anche maniluvi e pediluvi giovano allo stesso modo. Nei casi di russamento, naso chiuso e di difficoltà respiratoria notturna può essere anche messo negli umidificatori delle stanze da letto, o spalmato su petto dorso e sotto i piedi assieme ad un olio vettore oppure qualche goccia puro sulla federe o sulle lenzuola.

Poi il timo è un antibiotico naturale e svolge anche la funzione di espettorante.
La natura ci offre sempre delle valide cure alle quali ricorrere per le più disparate patologie basta informarsi e provare per credere. …

Belinda Di Renzo