guido mai

Mondo eco-sostenibile – Con uno sforzo tutto e’ possibile. L’opinione dell’Ing. Guido Mai

guido maiA far tornare in auge la questione dell’eco sostenibilità, l’inaugurazione di una scuola dell’infanzia, completamente lovegreen, presso il Comune di Cascina  (leggi qui).
A tal proposito l’opinione dell’ingegnere edile, consulente energetico, Guido Mai, che sulla sua pagina facebook lancia questo messaggio: “Pronto pronto CITTADINI????, Pronto pronto AMMINISTRAZIONI????? Vi piace questo esempio? perché non lo seguiamo? Non è fantascienza, sono casi reali realizzati da gente reale non molto lontana da noi, non sono marziani, ma solo persone capaci e soprattuttodesiderose di trasformare il proprio mondo in un posto migliore.
IL CASO
Nel nostro comune, così come in tutta la provincia di L’Aquila si stanno ristrutturando scuole elementari, medie e superiori per adeguarle sismicamente.
Alcune sono state completamente demolite (per es. il liceo scientifico) altre quasi (liceo Classico, Ragioneria-Geometri… ect ect). A Magliano, proprio la scorsa settimana, due scuole sono state chiuse perché dichiarate inagibili. Andranno adeguate o demolite e ricostruite. Perché non fare un piccolo sforzo in più ed ottenere un risultato come questo? Le cifre per ottenerlo, confrontate con quelle per l’adeguamento, sono veramente irrisorie (circa il 10/15%) ed ammortizzabili in pochissimo tempo. Perché non consumare 10 volte meno degli attuali consumi e quindi ridurre ad 1/10 le attuali spese di gestione? Q
uanti soldi si risparmierebbero?”, poi continua, “Immaginando ora di ristrutturare tutte queste scuole anche da un punto di vista energetico e magari ristrutturiamo anche quel vecchio e sprecone ospedale…Ogni anno si spendono centinaia di migliaia di euro, forse anche più di 1 bel milioncino solo di riscaldamento! ora immaginate di dividere per dieci quegli importi e domandatevi: “Quanti servizi per i cittadini…. quante migliorie potremmo apportare alla ns città con quei soldi che andrebbero altrimenti in fumo?”. Il microcredito per le famiglie e per le imprese facciamolo con i soldi che risparmiamo, non è un’idea?Rispondete, dite la vostra!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *