musicoterapia

Musicoterapia: tecnica efficace per il cervello

[adrotate banner="3"]

musicoterapiaAlcuni studi recenti hanno dimostrato che la musica è efficace nel trattamento di alcuni disturbi, come danni celebrali e difficoltà nel parlare e nel camminare.

Michael De Georgia, Direttore del Centro di Musica e Medicina alla Case Western Reserve University, University Hospitals Case Medical Center di Cleveland, dichiara: “Si è sempre pensato che la musica fosse qualcosa di superfluo, e non si capiva perché si è sviluppata dal punto di vista evolutivo. Negli ultimi 10 anni, abbiamo appena iniziato a capire in che modo sia ampio e diffuso l’effetto della musica in tutte le parti del cervello. Stiamo appena iniziando a capire come la musica possa essere potente. Non sappiamo quali sono i limiti”.

Come dimostrato, la musica ha la capacità di aprire nuovi percorsi cerebrali di movimento e di linguaggio, eludendo le aree del cervello danneggiate. Il ritmo delle note musicali, infatti, permette di ritrovare un passo simmetrico e il senso di equilibrio. Sembra che le aree del cervello, che si interessano alla musica siano maggiori di quelle del linguaggio, che sono soltanto due. Ascoltare le canzoni è uno stimolo sia per il movimento, ma anche per il linguaggio, poiché i pazienti ritrovano nella memoria vocaboli già utilizzati, creando, così, nuove connessioni con il linguaggio ormai perduto. Alcuni pazienti, come bambini autistici, hanno ritrovato l’utilizzo della parola grazie a questa tecnica.

Come spega la dottoressa Caterina Wan, neurologo alla Harvard Medical School, la musica è un mezzo potente, del quale bisogna capire, al fine di aiutare molte persone, i componenti che aiutano effettivamente a guarire.

[adrotate banner="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *