Nasce il gruppo Giovani imprenditori di CNA

 

E’ nato giovedì 20 ottobre a San Benedetto del Tronto il gruppo dei Giovani imprenditori della Cna di Ascoli Piceno. “Una scelta significativa dell’Associazione – spiega Gianluca Straccia, neopresidente di Cna Giovani Imprenditori di Ascoli – in un momento in cui, secondo i dati della stessa Cna di Ascoli e di Unioncamere, quella Picena è la  provincia con il maggior tasso di crescita per le imprese artigiane (+0,75%) seguita da Pesaro Urbino (+0,72%). I giovani hanno voglia di fare impresa e la Cna è pronta ad accettare la sfida, fornendo loro assistenza e sostegno sia sulla formazione che sul credito, elementi fondamentali per permettere la crescita e lo sviluppo di un’imprenditoria diffusa e giovane”.

“Gli associati under 40 della Cna di Ascoli – spiega il coordinatore provinciale Francesco Balloni – in tre anni sono cresciuti del 20% rispetto all’intera base associativa provinciale. Creare anche a livello provinciale il gruppo dei Giovani imprenditori vuol dire anche spingere sull’acceleratore riguardo alcuni temi fondamentali dello sviluppo che, se affrontati in modo deciso e corretto, possono influire sul destino di tutta l’economia del nostro territorio”.

I giovani imprenditori della Cna, riuniti in assemblea, dopo aver eletto presidente Giovanni Straccia della ditta Santa Barbara di Spinetoli, hanno nominato vice presidente Andrea Passaretti della ditta Metaltech 2000 di Comunanza. Fanno parte del direttivo: Mariangela Feliziani (Feliziani Tartufi di Roccafluvione), Gianluca Passaretti (World Car Service di Comunanza), Silvia Simonetti (Studio Caramico di Castignano), Gabriele Langiotti (Studio Grafico di Pagliare del Tronto).

La mission del Gruppo Cna Giovani Imprenditori è quella di proporre soluzioni alle problematiche legate al mondo dell’imprenditoria dal punto di vista dei giovani imprenditori, sia nella rappresentanza interna, sia nella rappresentanza esterna verso le istituzioni, il governo, la società civile. Nell’agenda programmatica del nuovo gruppo Cna, ai primi punti: favorire lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile; creare percorsi di sostegno e di sviluppo delle giovani imprese, promuovere il riconoscimento sociale dell’imprenditore e in particolare del giovane imprenditore ed esaltare la sua utilità socio-economica, sostenere lo sviluppo dei temi del ricambio generazionale nel mondo dell’impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *