Nuovi alberi sul Salviano, a lavoro i ragazzi del Serpieri

Tanta energia e amore per il verde questa mattina sul Salviano per celebrare la giornata nazionale degli alberi, rimandata per via del maltempo. Sfidando qualche nuvola, i ragazzi dell’istituto agrario Serpieri, accompagnati dagli insegnanti Virginio Russo e Rufino Sgammotta, hanno messo a dimora una sessantina di alberelli e arbusti, tutti autoctoni, provenienti dal vivaio comunale.

Carpini neri, ornielli, aceri campestri, querce roverelle, aceri di monte, cornioli, ligustri, sanguinelle e biancospini hanno trovato una nuova casa dove mettere radici.

 

“È sempre bello vedere come gli studenti dell’agraria sono propositivi ed entusiasti alle prese con esperienze pratiche”, ha commentato  l’assessore all’ambiente Crescenzo Presutti, “l’idea è quella di non fermarsi e alimentare il nostro polmone verde: pianteremo altri alberi entro dicembre”.

 

I ragazzi si sono divertiti a collocare le piante in buche già create appositamente dagli operai comunali, sotto la guida dei loro insegnanti. Adesso si spera nel buon attecchimento, con la certezza di aver scelto di piantare arbusti capaci di trovare migliori condizioni ambientali.