parco velino_sirente

Operatori turistici del Parco Sirente Velino in rete

parco velino_sirenteOperatori del Parco Sirente Velino in rete per promuovere lo sviluppo del turismo. L’operazione, con in testa l’Ente Parco, che coinvolge Comuni della Marsica, dell’Aquilano e di tutta l’area protetta, ha mosso i primi passi operativi in un affollato vertice tra addetti ai lavori, sindaci e assessori, (oltre 30 partecipanti) dove il Presidente del Parco Simone Angelosante ha illustrato i contenuti del bando PAR FAS Abruzzo 2007/2013 sottolineando “la necessità di cogliere questa opportunità di accesso ai fondi. Questi bandi”, ha spiegato, “rappresentano un’occasione volta a stimolare l’imprenditoria locale in modo da trasformarla in protagonista del sistema attraverso la promozione di progetti di sviluppo turistici condivisi con il territorio e con le istituzioni”.

Sfida raccolta dai presenti che hanno aperto la porta a costruire un consorzio per partecipare al bando da 3 milioni dei fondi europei per la promozione dei territori e dei prodotti: impegno che sarà portato avanti da un gruppo di lavoro costituito da 5 persone (Raffaele Siciliano, Monte Magnola Ovindoli; Angela Catoni, Campo Felice; Carlo Frutti, San Donato Golf; Andrea Ruggeri, Campo felice; un rappresentante della Camera di commercio) ai quali è stato affidato il compito di raccogliere le adesioni e costituire il consorzio entro la metà di gennaio per partecipare al bando. Raffaele Siciliano, Direttore del Park Hotel di Ovindoli, ha accolto con favore l’iniziativa presa dal Presidente del parco: “solo un Ente come il Parco può aggregare operatori, strutture e piccoli imprenditori. Si tratta quindi di una svolta nel modo di gestire le risorse comunitarie da parte della Regione: il nostro territorio ricco di risorse naturali, cultuali, eno-gastronomiche non può lasciasi sfuggire questa opportunità”.

Disco verde, quindi, alle aggregazioni miste per promuovere tutto il territorio. Sulla stessa lunghezza d’onda Lelio De Santis assessore al turismo del Comune di l’Aquila: ”allo sviluppo del turismo è legato la crescita di tutto il nostro territorio. Per la valorizzazione sociale ed economica dei comprensori è fondamentale mettere in rete tutte le potenzialità, ipotizzando un unico prodotto turistico attrattivo e capace di intercettare i flussi turistici. Opportunità possibile se ci sarà un intervento consapevole degli enti, delle strutture private per investire insieme nel settore”. In linea anche gli interventi degli altri rappresentanti, tra i quali il sindaco di Ovindoli Pino Angelosante, le Grotte di Stiffe, San Donato golf club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *