farmaco

Osteoporosi – Farmaci si, farmaci no

farmacoL’osteoporosi è una condizione fisiologica determinata dall’età, che riguarda in special modo le donne a partire dalla menopausa, che causa l’indebolimento delle ossa e quindi aumenta i rischi di fratture. Per contrastala si utilizzano i genere i bisfosfonati, medicinali più prescritti per rinforzare le massa ossea. Questi farmaci sono però finiti nel mirino: una ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolismrivela che chi assume bisfosfonati può andare incontro alla frattura del femore, anche senza traumi o con traumi minimi. Il problema sarebbe rappresentato dal fatto che non tutte le aree dell’apparato scheletrico trarrebbero giovamento dal rinforzamento. Quelle escluse, indebolendosi, andrebbero incontro a fratture spontanee. Lo studio ha analizzato un gruppo di donne che presentavano fratture atipiche al femore. Gran parte dei soggetti assumeva da almeno 9 anni dei bisfosfonati, motivo per cui sarebbero dovuti essere protetti da questo genere di incidenti. L’interruzione dell’assunzione delle medicine ridurrebbe poi il rischio di incorrere in un’altra rottura: l’incidenza di ricaduta è del 53,9% tra chi ha continuato ad assumere bisfosfonati, del 19,% per chi aveva smesso. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *