Report 2017 “Minori accolti temporaneamente nei programmi solidaristici di accoglienza”

Il presente report da conto dei principali numeri con riferimento al fenomeno dei minori accolti. I programmi solidaristici di accoglienza temporanea prevedono l’accoglienza e l’ospitalità in Italia per periodi determinati (massimo 120 giorni nell’anno solare) di bambini e adolescenti stranieri in situazioni di difficoltà. Tali programmi rappresentano una forma di solidarietà diffusa sull’intero territorio nazionale, ad opera di enti, associazioni, famiglie
e parrocchie.
Ai sensi dell’art. 33 del TU dell’immigrazione e del D.P.C.M. n. 535/1999, questa Direzione Generale è attualmente competente per la valutazione e l’approvazione dei programmi solidaristici, per il censimento dei minori accolti e la vigilanza sulle modalità del soggiorno. Nel 2013 è stato creato un sistema informativo on-line (Sistema Informativo Minori Accolti – SIMA) per la presentazione dei progetti in via telematica
(https://sima.lavoro.gov.it/webui/template/associazioni.aspx).
Nel corso dell’anno 2017, sono stati approvati 758 progetti, di cui 624 presentati da 150 associazioni e 134 da nuclei familiari. Hanno fatto ingresso in Italia 9.231 minori (alcuni di loro sono entrati più volte, per un totale di circa 11.396 ingressi). Il Paese di origine numericamente più rilevante è la Bielorussia, seguito dall’Ucraina e dalla Bosnia-Erzegovina. Sono proseguite le attività di controllo e vigilanza, così come previsto dalle Linee Guida del 2013. Le visite di monitoraggio hanno riguardato 7 Associazioni presenti nelle Regioni: Lazio, Lombardia, Sicilia, Veneto.
Su richiesta di alcune Associazioni, sono stati realizzati 17 incontri territoriali ai quali hanno partecipato numerose famiglie e i responsabili delle Associazioni.