crisi

Ripresa – Anche l’Unione Europea e’ pessimista

crisiLa recessione potrebbe essere vicina a un punto di svolta e la ripresa cominciare già nell’ultimo trimestre di quest’anno. Lo assicura l’Ue nelle sue previsioni congiunturali di autunno, che tengono conto della fiducia delle imprese, segnalata in crescita, e soprattutto del positivo andamento degli ordini provenienti dall’estero. Rispetto al “forecast” di primavera, però, Bruxelles rivede in peggio le sue stime per l’anno in corso. Il Prodotto interno lordo nel 2013 dovrebbe calare dell’1,8% contro l’1,3% previsto in primavera mentre per il 2014 rimane invariata la stima di crescita gracile, pari solo allo 0,7%. Una ripresa troppo contenuta per avere ricadute sul mercato del lavoro: la disoccupazione nel 2014 è prevista in aumento al 12,4%. E in aumento è dato anche il debito pubblico: a fine 2014 raggiungerebbe il 134% del Pil mentre scenderebbe nel 2015 al 133,1%. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *