Risultati Serie A 26° giornata

Bologna-Genoa 2-0
Inter-Benevento 2-0
Crotone-Spal 2-3
Fiorentina-Chievo Verona 1-0
Sampdoria-Udinese 2-1
Sassuolo-Lazio 0-3
Hellas Verona-Torino 2-1
Juventus-Atalanta: rinviata per neve
Roma-Milan 0-2
Cagliari-Napoli 0-5

La 26° giornata di campionato parte dal Dall’Ara di Bologna con la sfida tra i padroni di casa di mister Donadoni e il Genoa di Ballardini. Tra le due squadra rossoblù, è il Bologna ad avere la meglio, grazie alle reti di Desto al 49’ e di Falletti al 72′. Gara con poche emozioni, ma che ha visto il Bologna essere più cinico nelle poche occasioni da rete avute.
Nella serata di sabato, l’Inter è riuscita ad avere la meglio di un bel Benevento, che, nonostante l’ultimo posto in classifica, ha disputato un ottima gara mettendo a dura prova la difesa neroazzurra in più occasioni. Hanno deciso il match, le reti dei due difensori centrali interisti Skriniar e Ranocchia a distanza di 3 minuti l’una dall’altra, che regalano 3 punti importantissimi alla squadra nerazzurra per un posto Champions e gioia ai tifosi, che nel primo tempo non avevano fatto mancare fischi e insulti rivolti ai proprio beniamini per le ultime prestazioni sottotono.
Nell’anticipo domenicale di mezzogiorno, la Spal batte il Crotone nella sfida salvezza con il risultato di 2-3. Doppietta di Budimir per il Crotone, reti del capitano Antenucci, Simic e Paloschi per la squadra ferrarese. Risultato questo che riapre completamente la corsa alla salvezza, con la Spal che va a -1 dall’ultimo posto possibile per la permanenza nella massima serie occupato proprio dal Crotone. Vittoria interna per la Fiorentina ai danni del Chievo con un “bolide” da fuori area nei minuti iniziali di Biraghi. Vittorie interne con lo stesso risultato di 2-1 anche per Sampdoria e Hellas Verona. I blucerchiati continuano la loro splendida stagione battendo l’Udinese con le reti di Silvestre, che torna al gol dopo ben quattro anni e mezzo dall’ ultima gioia, e al fantastico “coast to coast” di Zapata, che prima supera di forza i difensori bianconeri, poi batte il portiere con un pallonetto da applausi da fuori area. L’Hellas supera uno spento Torino grazie alla doppietta del giovanissimo Valoti, prime due reti nella massima serie per lui, e torna in lotta per la salvezza. Inutile il gol del momentaneo pareggio di Niang, che torna al gol dopo mesi di digiuno.
Vittoria esterna invece per la Lazio di Inzaghi, che supera con un sonoro 0-3 un Sassuolo sempre più in grande difficoltà. A decidere la gara, due reti del “sergente” Milinkovic-Savic, alla sua terza doppietta in campionato, e il 23esimo gol in altrettante partite di Immobile, primo nella classifica cannonieri in Italia e sempre più in lizza per il prestigioso premio della scarpa d’oro, assegnato al bomber che ha realizzato più reti tra i 5 maggiori campionati europei.
Annullata causa neve la gara tra la Juventus di Allegri e l’Atalanta di Gasperini. Dopo un breve colloquio con i due capitani, l’arbitro di gara Mariani ha deciso di non far iniziare il match.
Nel posticipo domenicale, la Roma di Eusebio Di Francesco ospita il ritrovato Milan di Gattuso. Dopo un primo tempo a tinte giallorosse, il Milan nella ripresa trova subito la via del gol grazie al giovane Crutone, bravo ad infilare a rete di tacco un cross velenoso di Suso. Da li, la Roma è sparita dal campo ed il Milan ne ha approfittato siglando il definitivo 0-2 con Calabria. Con questo risultato, la Roma viene superata dell’Inter al quarto posto in classifica, mentre il Milan continua nella sua rincorsa per un posto Champions grazie alla nona vittoria e a tre pareggi nelle ultime dodici partite, mostrando sia una splendida forma fisica sia un gioco concreto e ben organizzato.
Vittoria facile per il Napoli nella serata di lunedì in casa del Cagliari. 0-5 il risultato finale e partita che non è mai stata in discussione fin dalle prime battute di gioco con il gol al 29′ di Callejon. Le altre reti del solito Mertens, 16esimo gol stagionale, del capitano Hamsik, che raggiunge quota 99 reti in maglia partenopea, Insigne e Mario Rui. Decima vittoria consecutiva per il Napoli che non perde punti dal 10 dicembre, pareggio con la Fiorentina, e vola a +4 dalla Juventus, che però deve recuperare il match rinviato domenica.

Matteo Di Renzo