RISULTATI SERIE A 27a GIORNATA

Spal-Bologna 1-0
Lazio-Juventus 0-1
Napoli-Roma 2-4
Genoa-Cagliari rinviata
Chievo Verona-Sassuoli rinviata
Udinese-Fiorentina rinviata
Torino-Crotone rinviata
Benevento-Hellas Verona rinviata
Atalanta-Sampdoria rinviata
Milan-Inter rinviata

La 27° giornata di campionato è stata stravolta e interrotta dalla tragica notizia della prematura scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori, trovato morto nella sua camera d’albergo. Dopo aver passato la serata nella camera del suo compagno di squadra Sportiello giocando alla play, Astori è tornato in camera sua per riposare al meglio in vista della partita del giorno seguente. Al mattino, non vedendolo arrivare per la colazione ed essendo lui uno dei primi a svegliarsi, il medico della Fiorentina ha deciso di salire per andare a controllare la situazione e li ha scoperto la tragica realtà. Quando la notizia è trapelata, il presidente del CONI Giovanni Malagò ha indetto una conferenza stampa per dichiarare la decisone di interrompere la giornata di campionato della Serie A e della B, scelta ben accolta da tutte la squadre coinvolte. Tantissimi i messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia da parte di giocatori e allenatori che hanno avuto il piacere di conoscerlo e lo ricordano come un ragazzo serio, sereno e sempre disponibile con gli altri. Moltissimi anche i biglietti e le lettere apposte dai tifosi fiorentini alle porte dello stadio A.Franchi di Firenze, per ricordare a loro modo il capitano che aveva deciso di restare in viola anche dopo la rivoluzione effettuata in estate dalla presidenza con l’obiettivo di diventare una bandiera della Fiorentina. In occasione del funerale, il sindaco di Firenze ha indetto una giornata di lutto cittadino.
Prima di questa tragica notizia, si erano già giocate nella giornata di sabato, alcune partite davvero importanti per la classifica di campionato. Alle 15 il derby emiliano tra Spal e Bologna, sotto una pioggia battente, è stato deciso da un gol di Grassi. È stato un vero derby, con corsa, botte e adrenalina da entrambe le formazioni, con il Bologna che rimasto per 80′ con un uomo in meno a seguito dell’espulsione Gonzales. All’inizio del seconda frazione di gioco, l’episodio che decide il match: angolo per la Spal, respinta di Helander e botta di controbalzo di Grassi all’angolino. 3 punti che mancavano alla squadra ferrarese in casa dal 29 ottobre e che li rimettono in piena corsa per la salvezza.
Alle 18, il match tra la Lazio e la Juventus di Allegri. Partita con poche occasioni da rete e decisa all’ ultimo respiro dalla grandissima giocata di Dybala. Come spesso accade nelle partite bloccate, sono i campioni a fare la differenza, e la giocata del gioiellino bianconero ne è la prova. Palla dentro di Pjanic, tunnel ai danni di De Vrij del 10 bianconero che resiste con il fisico all’intervento di Parolo e cadendo colpisce il pallone infilandolo alle spalle del portiere biancoceleste Strakosha. Con questa vittoria, la squadra di Allegri ritrova la vetta e si porta provvisoriamente in testa alla classifica di campionato a +2 dal Napoli.
Proprio la squadra partenopea è una delle protagoniste del big match serale di sabato, impegnata in casa con la Roma di Eusebio Di Francesco. In avvio, subito botta e risposta da brividi: al 6′ tiro all’angolino di Insigne che batte il portiere romanista Allison, al 7′ risposta della Roma che trova la via del gol grazie ad una carambola nata da un tiro di Under che beffa Reina. Dopo la shock iniziale, il Napoli prova a rendersi pericoloso con dei tiri dalla distanza di Mertens e Insigne, ma al minuto 26 è la Roma a trovare il vantaggio: cross dalla trequarti di Florenzi, Dzeko stacca sulla testa di Albiol e di testa infila a rete. Nel secondo tempo, è ancora Dzeko a trovare la via del gol con uno splendido tiro a giro dalla distanza e sigla l 1-3 per i giallorossi. Il Napoli accusa il colpo, ed al 79′ soccombe con lo svarione difensivo di Mario Rui che rinvia male sui piedi di Perotti che infila ancora a rete. Nei minuti finali, l’inutile gol di Mertens sancisce il definitivo 2-4. Risultato che stravolge la vetta della classifica, con il Napoli adesso costretto ad inseguire i bianconeri della Juventus. Per la Roma invece, vittoria importantissima che la riporta provvisoriamente al terzo posto in classifica.

Matteo Di Renzo