Risultati Serie A 36° giornata

Milan-Hellas Verona 4-1
Juventus-Bologna 3-1
Udinese-Inter 0-4
Chievo Verona-Crotone 2-1
Spal-Benevento 2-0
Lazio-Atalanta 1-1
Genoa-Fiorentina 2-3
Napoli-Torino 2-2
Sassuolo-Sampdoria 1-0
Cagliari-Roma 0-1

La 36esima giornata di campionato parte dallo stadio San Siro di Milano con la sfida tra i padroni di casa del Milan e l’Hellas Verona. Ad imporsi , senza grandi difficoltà, sono i rossoneri, che già nel primo tempo conducevano per 2-0 grazie alle reti di Calhanoglu e Cutrone. Nella ripresa lo spartito non cambia, con il Milan che trova ancora la via del gol grazie ad Abate al 49′ e a Borini al 89′. Inutile per gli ospiti la bellissima rete del coreano Lee Soung Wooo al minuto 85, al suo primo centro in serie A. Con questa vittoria il Milan continua nella sua rincorsa per un posto in Europa League, mentre l’Hellas saluta definitivamente la massima serie e si prepara già da subito per vivere da protagonista il prossimo campionato di serie B. Nella serata di sabato, è la Juventus a scendere in campo nella sfida casalinga contro il Bologna. Match tutt’altro che scontato , infatti il primo tempo si conclude con gli ospiti in vantaggio grazie al rigore trasformato da Verdi al minuto 30 per fallo del difensore bianconero Rugani ai danni di Crisetig. Nella ripresa però, l’ingresso del brasiliano Douglas Costa sveglia la squadra torinese ed al minuto 51 è il difensore rossoblu De Maio a beffare il proprio portiere Mirante e a siglare l 1-1. La Juventus continua a spingere sull’acceleratore per trovare la via del gol, gol che arriva al minuto 63 quando Khedira è bravo ad infilare a rete un cross di Dougla Costa. Il numero 11 bianconero non si ferma qui, infatti solo qualche minuto più tardi, con un gioco di gambe riesce ad avere la meglio del difensore rossoblu e a mettere al centro un pallone velenoso che Dybala ribadisce a rete siglando il definitivo 3-1. Con questi 3 punti, la squadra di Massimiliano Allegri si avvicina sempre più al settimo scudetto consecutivo, cosa mai successa nel nostro campionato.
L’anticipo domenicale di mezzogiorno vede invece la netta vittoria dell’Inter in casa dell’Udinese. Gara già decisa nei primi 45 minuti, con i neroazzurri che grazie ai gol di Ranocchia, Rafinha, alla prima rete in Serie A, ed al solito Icardi mettono a sicuro il risultato. Il definitivo 0-4 è firmato da Borja Valero al minuto 71. Con questa vittoria, la squadra di Spalletti continua nella corsa per un posto Champions.
Tra le partite delle 15, il Chievo Verona batte nello scontro salvezza il Crotone per 2-1 e raggiunge proprio la squadra calabrese a quota 34 punti in classifica, a +1 dal terzultimo posto occupato dal Cagliari. A quota 35 arriva invece la Spal, che grazie alla vittoria per 2-0 nei confronti del Benevento, sempre più ultimo in classifica, abbandona la zona retrocessione per la prima volta dopo mesi. Pareggio con un gol per parte nella sfida tra la Lazio di Simone Inzaghi e l’Atalanta di Giampiero Gasperini. Al gol ospite del giovane Barrow, al terzo centro consecutivo, ha risposto l’attaccante biancoceleste Caicedo. Partita ricca di emozioni e di gol nella sfida tra il Genoa e la Fiorentina. Vantaggio viola al minuto 43 con Benasssi, rimonta e vantaggio genoano con le reti di Rossi e Lapadula nel giro di 4 minuti e contro rimonta della Fiorentina che prima trova il pari grazie alla rete Eysseric, nel finale trova addirittura la vittoria al minuto 80 con Dabo. Vittoria interna per il Sassuolo, che con un gol di Politano batte la Sampdoria e si certifica matematicamente salva a 2 giornate dalla fine. La partita più importante tra quelle delle 15 è senza dubbio quella che va in scena allo stadio San Paolo di Napoli tra i padroni di casa ed il Torino dell’ex Mazzarri. Al 25′ è il Napoli a trovare il vantaggio grazie a Mertens abile a sfruttare un indecisione del difensore granata Burdisso ed ad infilare a rete. Al 55’ il Torino trova il pari con un tiro dalla distanza di Baselli che con deviazione beffa il portiere napoletano Reina. Al minuto 71 è ancora il Napoli a trovare il vantaggio con un bellissimo tiro dalla distanza di Hamsik, al 100esimo gol in Serie A. Ma quando il risultato sembra essere ormai scritto, è il difensore granata De Silvestri a deviare un cross proveniente dal fondo ed a battere nuovamente la difesa partenopea. E con il risultato di 2-2 finisce il match, con il Napoli che dice praticamente addio allo Scudetto ma con i tifosi che, nonostante la grande delusione, non abbandonano la squadra ma al contrario continuano ad incitarla anche dopo il triplice fischio.
Nel posticipo serale, un gol del turco Under basta alla Roma per battere un Cagliari tutt’altro che arrendevole.

Matteo Di Renzo