verdecchia floris

Verdecchia: Avezzano merita un capitano migliore

verdecchia florisRoberto Verdecchia, con un comunicato a firma anche del capogruppo Fli Gino Di Cicco, risponde al sindaco Antonio Floris.
Verdecchia ha accusato il primo cittadino di Avezzano di aver gestito male la situazione emergenza neve, creatasi in questi giorni nella Marsica e nella città di Avezzano. Floris ha prontamente definito le accuse del consigliere comunale ridicole e prive di verità.
Questa la risposta dell’avvocato Verdecchia: “Ci sorprende cotanta arroganza dell’illustrissimo Sindaco di Avezzano, tipica delle persone che vivono nella condizione del difetto e che hanno responsabilità oggettive e soggettive verso la cittadinanza da esse tutelate, e che invece per l’ennesima volta sono state disattese per tempestività e funzionalità. Nessuno può negare l’eccezionalità dell’evento, pur tuttavia ‘Sua Eccellenza Prof.’ Dott. Floris dovrebbe rendere conto ai cittadini, e non solo al Consigliere di opposizione Roberto Verdecchia che ha svolto con merito il suo mandato elettorale facendosi portavoce nelle opportune sedi istituzionali di tutte le ”malefatte” di questa amministrazione, perché per una città situata nel cuore dell’Appennino a 695 metri sul livello del mare si fosse disposto un piano neve a dir poco omeopatico, indicando per trasparenza amministrativa quali fossero le ditte appaltatrici, se ci fosse incompatibilità tra gli amministratori ed alcune di queste, se queste ultime avessero rispettato gli impegni assunti al momento della stipula del contratto e se avessero o meno i requisiti necessari (mezzi idonei) per poter svolgere un servizio degno di tale nome. Proprio perché il Cons. Roberto Verdecchia è stato uno dei pochi amministratori attento nel denunciare le criticità di un’amministrazione inizialmente latitante è ora oggetto delle ire del Sindaco – continua il comunicatooggi l’Amministrazione, invece di aprire delle sterili quanto improduttive diatribe personali, farebbe bene a programmare delle iniziative forti a sostegno delle persone e delle attività commerciali e produttive cittadine che hanno subito, a causa dell’evento e dell’ennesimo disservizio dell’amministrazione, notevoli disagi e perdite economiche ingenti, valutando altresì l’opportunità di far intervenire se del caso anche l’esercito e valutare anche la possibilità nell’immediatezza di altro problema collegato alla raccolta dei rifiuti. Già dimenticavamo, tra novanta giorni tutto è finito ed i capitani della nave non avranno più modo di fare inchini e catapultare a mare le sorti di un’intera cittadinanza degna di miglior capitano”, conclude sarcastico Verdecchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *