roma2020

Roma 2020, Monti dice no

roma2020“Un progetto che abbiamo apprezzato, che abbiamo condiviso, ma il Paese, in questo momento, non può fornire le garanzie finanziarie”. Con qeuste parole il Premier Mario Monti ha annichilito le speranze degli sportivi i taliani e non solo le loro: nessuna candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2020. Troppi gli investimenti da fare per ammodernare le infrastrutture sportive della capitale, un ingente sforzo di denaro pubblico che l’Italia, adesso, proprio non può affrontare. Delusione sul volto di Gianni Petrucci, Mario Pescante, Renata Polverini e Gianni Alemanno, che hanno incassato il colpo a denti stretti.

Tanti, però, i consensi pervenuti a Monti per la sua scelta di non firmare: questo gioco sembrava davvero un ‘tutti sul carro’, più di facciata politica che di sostanza sportiva. Il momento è delicato e la mossa del Primo ministro appare saggia: certo, non si può essere contenti quando si viene giudicati inadatti a compiere un compito (in tal caso l’organizzazione dei Giochi), ma almeno stavolta non si ingrasseranno le tasche di qualcuno che con lo sport ha poco a che spartire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *