teatro 3

SORELLE D’ITALIA al Dei Marsi

teatro 3YAZ YOU NIGHT ARTIS

SORELLE D’ITALIA al Teatro dei MArsi il 21/12/2012

Avanspettacolo Fondamentalista di Roberto Buffagni

Regia di Cristina Pezzoli

Drammaturgia originale di Roberto Buffagni

Con Isa Danieli e Veronica Pivetti

Direzione musicale di Alessandro Nidi

Che cosa succederà a noi Fratelli e Sorelle d’Italia, in questi misteriosi cinquant’anni? Come ci arriveremo al secondo Centenario dell’Unità d’Italia? O meglio: ci arriveremo noi Nord e noi Sud, a compiere insieme duecento anni italiani? Isa Danieli e Veronica Pivetti, accompagnate dal vivo dal maestro Alessandro Nidi, nella migliore tradizione fantaprofetica dell’avanspettacolo, danno vita alla fantastoria d’Italia dal 2011 al 2061, con un’ipotesi futuribile e tragicomica sull’Italia di domani. In un match travolgente e senza esclusione di colpi, anche bassi, Veronica la Milanese e Isa la Napoletana boxeranno tra loro, attraversando, rovesciando e mescolando stereotipi e luoghi comuni, pregiudizi e verità sull’inconciliabile diversità delle reciproche appartenenze, fino ad arrivare a inaspettate contaminazioni musicali ed emotive. Le poliedriche attrici si cimenteranno con le canzoni classiche più note (Nostalgia de Milan, ‘O sole mio, O mia bela Madunina, Santa Lucia luntana), il raffinato e graffiante cabaret dei Gufi e di Cochi e Renato, passando per Modugno e la macchietta, rievocando per noi Munastero ‘e Santa Chiara fino ad arrivare a una versione milanese della notissima Napul’è di Pino Daniele e ad una napoletana Vincenzina di Enzo Jannacci. Due contendenti che si confrontano e si scontrano fino ad una imprevista separazione. Nella seconda parte della storia – ambientata in un futuribile 2061 – Isa la Tirolese e Veronica l’Ottomana narreranno che cosa è accaduto domani nel nostro imprevedibile Belpaese…. “Non si prendono troppo sul serio, quindi si divertono molto. Il pubblico lo sente e si diverte con loro in una serata di intrattenimento intelligente che tocca punte di emozione. Una su tutte il duetto che intreccia Santa Lucia e Porta Romana bella. Pochi minuti che da soli valgono lo spettacolo.” Sara Chiappori – La Repubblica 14.10.2011  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *