4 consigli che potrebbero migliorare il tuo profilo professionale di Facebook.

Ti chiedi spesso come migliorare il tuo profilo Facebook, vero? Oggi, si parla molto di personal branding e di quanto questo sia importante per un professionista.
Immagina Facebook come una vetrina e ciò che è in mostra sei tu. Attraverso questo social, la tua cerchia di sostenitori si farà un’idea più chiara sulla tua professionalità e sulle tue abilità. Proprio per questo devi stare attento a come ti presenti, ai contenuti che posti, al tono che usi.
Chiariamo subito la differenza tra profilo e pagina Facebook. A volte è consigliabile avere un profilo Facebook poiché i contatti sul profilo spesso sono migliori di quelli delle pagine. Per intenderci, sono contatti reali con un reale interesse. Tuttavia, il numero massimo di amici a cui si può aspirare è di 5000.
Con la pagina Facebook, invece, il numero di follower è illimitato. Nonostante questo, la gestione può essere un po’ più complessa e richiedere certe competenze, tanto che a volte finisce per essere lasciata a se stessa a causa della poca costanza. Insomma, ci sono dei pro e dei contro sia per il profilo e sia per la pagina Facebook.
Chiarita questa doverosa distinzione, di seguito 4 consigli che potrebbero migliorare il tuo profilo Facebook anche se non hai molto tempo da dedicare ai social, ma vuoi comunque essere presente. Ricorda: essere attivo e aggiornare il tuo profilo con il giusto contenuto, molte volte, può fare la differenza.
1. Immagine di copertina e immagine del profilo
L’immagine del profilo è la prima cosa che la tua cerchia amicale guarderà mentre visita il tuo profilo Facebook. Ti rappresenterà quando lascerai dei commenti o invierai un messaggio, dunque, è sempre preferibile usare uno sfondo neutro in un luogo abbastanza illuminato.
Oltre la foto del profilo, Facebook richiede anche una foto di copertina e, sarebbe l’ideale, se questa immagine fosse coerente con la foto del profilo.
2. Fai attenzione alla descrizione o biografia
Spesso, quando si cerca un professionista, ci si affida a Google e, la maggior parte delle volte, nelle prime posizioni (se non addirittura nella prima) appare il profilo Facebook di una persona, personale o professionale che sia. Quindi, la prima cosa da fare è mettere bene in chiaro il tuo nome e cognome. Mi raccomando: usa nome e cognome reali, in modo da agevolare la ricerca e, soprattutto, dare l’immagine del professionista che sei.
Leggendo la tua biografia la tua cerchia amicale (che si traduce in clienti o potenziali clienti) capirà prontamente chi sei, di cosa ti occupi, che cosa hai fatto in passato e come potresti aiutarli.
Inoltre, ricorda di aggiungere le informazioni essenziali, come: il link del tuo sito, i tuoi dati, in che regione ti trovi e i tuoi orari in modo che, se qualcuno ha bisogno dei tuoi servizi, abbia tutto ciò che gli serve portata di mano.
3. Attenzione ai like che lasci
Sembra una cosa banale, ma non lo è. Se sei un avvocato, cerca di lasciare un like a profili che abbiano a che fare o siano relazionati almeno indirettamente a ciò di cui ti occupi. Chiediti: cosa ne penserebbe un mio potenziale cliente se vedesse un like a una pagina sbagliata? Sicuramente non avrà una buona impressione!
Controlla le che pagine segui e i tuoi interessi. È importante che questi si allineino all’immagine che vuoi dare. Ricorda: stai usando il tuo profilo professionale, non personale. È sempre meglio concentrarsi su a che cosa vuoi essere associato.
4. Condividere contenuti di qualità (di altri professionisti o scritti di proprio pugno)
Per creare una tua identità su Facebook, devi condividere contenuti di qualità che possano interessare i tuoi lettori o che gli permettano di conoscere meglio il tuo lavoro.
Punta sulle emozioni, sui valori che vuoi trasmettere e sulla sincerità.
La condivisone su Facebook fa sì che le persone si sentano connesse fra loro; questi contenuti possono essere educativi o, talvolta, esprimere una tua opinione. Anche una semplice foto, se fatta accuratamente, trasmette qualcosa alla tua cerchia amicale. Una foto mentre lavori darà sicuramente un’immagine positiva della tua persona.
Facebook è un social pieno di potenzialità, come tutti i social del resto. Il difficile sta nell’usare ogni social come uno strumento di comunicazione a sé stante, poiché tutti differiscono tra di loro.
Un ultimo consiglio: nessuno ti dice di non usare Facebook in modo “leggero”, pubblicando foto con amici o post divertenti. La cosa importante è scindere fortemente il profilo professionale da quello personale, facendo emergere il primo per interagire con i tuoi potenziali clienti. Il profilo personale lasciamolo agli amici con la A maiuscola com’è giusto che sia.