4 giugno 1944- eccidio di Capistrello (AQ)

Quel giorno 4 giugno 1944, i tedeschi decisero di effettuare un ultimo rastrellamento sul pendio occidentale del monte Salviano, mentre erano in cerca di un riparo da possibili ulteriori bombardamenti aerei, 33 pastori ed allevatori tutti residenti  nei comuni confinanti vennero fermati e condotti nella rimessa della stazione ferroviaria.

Vennero, poi, portati in una fossa causata da un bombardamento e due gendarmi, a breve distanza, spararono loro alla nuca. Delle 33 vittime, solo 25 vennero identificate. Le vittime, tra cui tre ragazzi minorenni, furono chiamate “martiri”.