Cambio di location per la commedia “Che famija!!”

Causa maltempo cambio di location per l’appuntamento con il teatro, in agenda per questa sera.

Questa volta l’Associazione Teatrale Culturale “San Pelino” si cimenta con un tema molto attuale: la profonda modificazione della famiglia tradizionale, le nuove unioni, i profondi cambiamenti nei comportamenti tra consanguinei; insomma la famiglia allargata. Lo spettacolo non si terrà più nel parco di Villa Torlonia (ex Arssa) ma all’interno del Castello Orsini.

“La commedia che vi proponiamo dal titolo “CHE FAMIJA!!” affronta con distacco, con ironia, con sarcasmo, ma anche con partecipazione la storia di una famiglia che un tempo si sarebbe qualificata “normale” ma che oggi chi la vede con preoccupazione e chi con soddisfatta adesione”, dicono gli organizzatori, “uno spaccato ovviamente tradotto in commedia di una possibile strana ma, a volte, attuale situazione con condizionamenti, decisioni, circostanze che sicuramente suscitano ilarità ma, anche, nel contempo una riflessione forse magari per molti, qualche rimpianto.

La nostra commedia si muove in due atti: nel primo una serie di cambiamenti o, meglio, di vere e proprie rivoluzioni in una famiglia con connotati di antichità ma anche con qualche voglia di cambiamento.

Nel secondo atto una serie di situazioni innovative, strane, complesse e di difficile comprensione; o, almeno, questo pensano i vari partecipanti che commettono però un errore che troppo spesso avviene anche nella realtà quotidiana: pensare e credere che i vecchi siano rimbambiti senza ricordi e quello che è ancora più grave, senza anima e senza cuore.

Invece in questa nostra storia, come avviene spesso nella vita reale, anche se non lo comprendiamo, o forse non lo vogliamo comprendere la nonna di turno vede e capisce, ascolta e riflette per concludere con dolore e nostalgia, emotività e lucidità che il mondo è veramente cambiato e che soprattutto la sua famiglia non è più quella che aveva conosciuto e diretto ma un vero e proprio “casino””.

Lo spettacolo è gratuito.