Palermo, Roberto Helg finisce in manette

Il numero uno della Camera di Commercio, Roberto Helg, è finito in manette a Palermo, accusato di aver chiesto 100mila euro al padrone di un ristorante dell’aeroporto ‘Falcone e Borsellino’ in qualità di vicepresidente della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto stesso. Il motivo? A quanto pare si tratterebbe di una tangente per la concessione della proroga dell’affitto di un ristorante nello stesso scalo. I carabinieri hanno prelevato Helg nel suo ufficio alla Camera di commercio, proprio nel centro di Palermo. Helg è uno degli imprenditori che più si sono adoperati per le campagne per la sensibilizzazione alla legalità, istituendo anche uno ‘Sportello per la legalità’ presso la Camera di Commercio.