Roma – Bilancio, ok da Giunta: no ad aumento tasse. Piu’ fondi per sociale, scuola e manutenzione stradale

soldiLa Giunta di Roma Capitale ha approvato il bilancio 2013. Si tratta di un documento contabile di oltre 6,5 miliardi di euro. Il testo varato, frutto di un lavoro condiviso con i Municipi e le forze politiche che siedono nell’Assemblea Capitolina, ristabilisce una situazione di piena legalità nei conti del Campidoglio che ha operato in esercizio provvisorio per quasi un anno. La manovra comunale 2013 copre il disavanzo ereditato di 816 milioni di euro, intervento possibile anche grazie al decreto “Salva Roma”, varato dal Governo il 28 ottobre scorso. Oltre alle misure previste dal Governo, la Giunta ha predisposto un documento economico-finanziario che prevede una razionalizzazione delle risorse e della spesa complessiva senza ricorrere all’aumento delle imposte comunali. 

Nonostante la difficile situazione contabile ereditata, inoltre, vengono rafforzate le voci di spesa che riguardano la promozione dei servizi sociali, i servizi educativi e scolastici nonché la manutenzione urbana. Rispetto all’ultimo documento di bilancio, infatti, aumentano di 43,6 milioni di euro i fondi destinati alle infrastrutture e alla manutenzione (+29,31 rispetto al 2012), di 12,8 milioni quelli per le infrastrutture scolastiche (+9,16%) e di 9,5 le risorse per i servizi sociali e la salute (+6,53%). Ridotta, invece, dell’8% la spesa corrente per mobilità e trasporti e i trasferimenti ai Municipi  (complessivamente -12%), a cui vengono comunque garantiti i servizi essenziali.

Un altro capitolo importante della manovra riguarda la spending review effettuata sui costi dell’amministrazione: diminuiscono, rispetto al 2012, di 9,3 milioni i fondi destinati al Gabinetto del sindaco (-52%) e di 6 milioni i trasferimenti per il funzionamento dell’Assemblea Capitolina (-56%).

La manovra sarà immediatamente trasmessa ai Municipi e all’Assemblea Capitolina, cui spetterà l’approvazione definitiva del documento economico-finanziario entro il 30 novembre.

“Siamo riusciti, utilizzando rigore, severità e revisione di tutti i conti, a chiudere in Giunta il bilancio 2013 senza innalzare le tasse in nessun settore. L’approvazione di questa manovra è un ulteriore passo per riportare Roma verso la normalità amministrativa e tornare a una programmazione coerente del bilancio. Si gettano così le basi per rimettere in sesto un quadro economico e finanziario che, solo pochi mesi fa, sembrava compromesso. E senza oneri per i cittadini”: è quanto ha dichiarato il sindaco Ignazio Marino. 

“La legalità contabile e l’equilibrio dei conti sono obiettivi fondamentali per questa amministrazione che, in pochi mesi, si è trovata ad affrontare una situazione economico-contabile complicatissima e delicata”, dichiara Daniela Morgante, assessore al Bilancio di Roma Capitale . “Un primo passo è stato compiuto, grazie anche al contributo fondamentale del Governo nazionale. Ora confidiamo nel lavoro dell’Assemblea Capitolina e dei Municipi, che seguiremo con massima attenzione e massima disponibilità. L’approvazione del bilancio del 2013 può rappresentare uno spartiacque nella vita amministrativa del Campidoglio e può aprire le porte ad una nuova fase, improntata a canoni di programmazione e regolarità contabile necessari per assicurare a Roma Capitale condizioni di solidità finanziaria nel lungo termine”.

fonte: 

http://www.comune.roma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *