T Red: “Sabrina Nanni in prima fila per la difesa dei diritti dei cittadini”

Riceviamo e pubblichiamo da Sabrina Nanni, in qualità di responsabile osservatorio regionale legalità idv, che ha “presentato alla procura della repubblica un esposto al fine di verificare e di accertare se le procedure di affidamento t-red e la gestione del servizio semaforico ad Avezzano nell’incrocio di via xx settembre e via dei fiori sono trasparenti; se sono rispettose delle norme o se siano state commesse, in merito, violazioni da parte dei vertici comunali. Tutto ciò al fine di garantire il massimo della trasparenza amministrativa e di tutela dei diritti dei cittadini, ingiustamente perseguitati da ogni forma di tassazione”.

Sabrina Nanni è nota per questo suo impegno sociale e per aver portato all’attenzione della magistratura, non solo ad Avezzano ma anche a livello nazionale con l’associazione Aiceberg, casi di attività abusive che danneggiano imprenditori e liberi professionisti titolari di una p.iva, da parte di “amministratori poco trasparenti e casi di malaffare con organizzazioni nascenti anche nella marsica”. Di recente a causa di queste denunce, la Nanni sembrerebbe essere sotto intimidazioni e sotto stalking, per le quali ribadisce di avere “piena fiducia nella magistratura augurandosi che tutto venga chiarito al più presto”. Conclude sostenendo che “bisogna dare l’esempio ai nostri ragazzi che sono i cittadini del domani e devono condividere la legalità come base della convivenza”. Per questo suo impegno, l’8 luglio parteciperà, anche per raccontare le sue esperienze, ad un convegno nazionale che si svolgerà a Roma dove interverranno magistrati e numerose altre autorità ”.